L’incontro dei fondatori della Società Teosofica

 

Molta acqua è passata sotto ai ponti da quando H.P.B. e Olcott si sono incontrati nel Vermont a causa di una casa apparentemente infestata che all’epoca era assurta all’attenzione del pubblico (e non era la prima, basti pensare alla fama delle Fox sister che hanno ispirato i fratelli Davenport … ). Oggi tutto questo fa sorridere soprattuto dopo la fama raggiunta dai personaggi che hanno preceduto i fratelli Eddy e l’attrattiva suscitata nel pubblico. I sospetti sono di rigore e io personalmente credo che …

Gli interessi della Società Teosofica sono cambiati parecchio e sono stati scritti e tradotti migliaia di libri su argomenti spirituali e mistici … ma nell’America del 1974 le cose erano molto diverse da oggi, vediamo come :

IL MUSEO INFESTATO:
DA UN ALTRO MONDO
IL MISTERO IRRISOLTO DEI FRATELLI EDDY DEL VERMONT
Una vista successiva della casa dei fratelli Eddy a Chittenden, Vermont

Secondo i resoconti dei giornali e degli spiritisti del 1874, alcune cose molto strane stavano accadendo in una piccola fattoria del Vermont vicino alla città di Chittenden. Presumibilmente, ogni sorta di fenomeno bizzarro si diceva stesse avendo luogo nella casa di William e Horatio Eddy, due fratelli analfabeti di mezza età, e la loro sorella, Mary. Gli Eddy vivevano in un edificio trasandato a due piani che si diceva fosse infestato da esseri soprannaturali di un numero tale che non era mai stato riportato prima o dopo. Si diceva che gli eventi alla fattoria fossero così potenti e così strani che la gente veniva da tutto il mondo per assistervi. Gli spiritisti cominciarono a chiamare Chittenden la “capitale degli spiriti dell’universo”.

Inutile dire che non tutti erano convinti della legittimità degli eventi riportati nella fattoria Eddy. Una di queste persone era un avvocato di successo di nome Henry Steel Olcott. Prima di sentire parlare dei fratelli Eddy, Olcott non aveva alcun interesse nel nascente movimento spiritista. Tuttavia, un giorno, mentre tornava al suo ufficio dal pranzo, prese una copia del giornale spiritista, il Banner of Light. Nel giornale, lesse un resoconto grafico degli strani avvenimenti che venivano segnalati a Chittenden, nel Vermont. È improbabile che in quel momento Olcott avesse idea di come un semplice articolo di giornale avrebbe cambiato la sua vita.

È importante stabilire il fatto che Henry Olcott non era collegato in alcun modo al movimento spiritualista, né era un sostenitore del paranormale. Cosa possa averlo spinto a prendere una copia del Banner of Light quel giorno è sconosciuto. Olcott nacque nel New Jersey nel 1832 e frequentò il college a New York City, studiando scienze agrarie. Mentre era ancora all’inizio dei suoi 20 anni, ricevette un riconoscimento internazionale per il suo lavoro su una fattoria modello e per aver fondato una scuola per studenti di agricoltura. Durante questo stesso periodo, pubblicò tre lavori scientifici. Continuò a diventare il redattore agricolo del giornale di Horace Greeley, il New York Tribune.

Quando scoppiò la guerra civile, Olcott si arruolò nell’esercito dell’Unione. Fu nominato investigatore speciale per sradicare la corruzione e la frode negli arsenali militari e nei cantieri navali. Fu presto promosso al grado di colonnello e dopo la guerra, fece parte di una commissione di tre persone che indagò sull’assassinio del presidente Lincoln. Dopo la guerra, Olcott studiò legge e divenne un avvocato ricco e di successo.

Quindi, come avrebbe fatto un agricoltore e investigatore militare a diventare uno dei primi ricercatori psichici americani?

Dopo aver comprato una copia del giornale spiritista, Olcott lesse con interesse i rapporti della fattoria Eddy. Anche se scettico, sapeva che se le storie erano vere, “questo era il fatto più importante nella scienza fisica moderna”, scrisse più tardi. Poco tempo dopo aver letto la storia, il colonnello Olcott si recò nel Vermont, accompagnato da un giornalista di nome Alfred Kappes. Insieme, progettarono di indagare sugli strani eventi alla fattoria Eddy e se le storie erano una bufala, avrebbero esposto i fratelli Eddy nel giornale Daily Graphic come nient’altro che ciarlatani. Se gli Eddy erano veri medium, Olcott avrebbe annunciato al mondo la validità dello spiritismo. In entrambi i casi, Olcott era determinato ad essere giusto e aperto nei suoi giudizi.

Olcott e Kappes viaggiarono fino alla solitaria cittadina di Chittenden, situata all’interno delle Green Mountains. Il viaggio verso la fattoria fu tranquillo, ma il primo incontro con i fratelli Eddy fu tutt’altro che ordinario. I due distanti e poco amichevoli agricoltori erano personaggi rozzi con capelli e occhi scuri, e accenti del New England così spessi che l’avvocato e scrittore di New York riusciva a malapena a capirli.

Olcott avrebbe poi appreso che i fratelli discendevano da una lunga stirpe di sensitivi. Mary Bradbury, una lontana parente, era stata condannata per stregoneria a Salem nel 1692. Era fuggita dal villaggio con l’aiuto di amici. La loro stessa nonna era stata benedetta con il dono della “seconda vista” e spesso andava in trance, parlando con entità che nessun altro poteva vedere. La loro madre, Julia, era nota per aver spaventato i suoi vicini con previsioni e visioni, sebbene suo marito, Zepaniah, condannasse i suoi poteri come opera del diavolo. Julia imparò presto a nascondere i suoi doni all’uomo crudele e violento.

Tuttavia, il soprannaturale non poteva essere nascosto quando la coppia iniziò ad avere figli. Strani martellamenti cominciarono a scuotere la casa, voci disincarnate furono udite in stanze vuote e, occasionalmente, i bambini scomparvero persino dalle loro culle. Era probabile che venissero scoperti ovunque in casa e anche fuori. Man mano che William e Horatio diventavano più grandi, i loro strani poteri si rafforzavano. In molte occasioni, Zepaniah vedeva i ragazzi giocare con bambini sconosciuti – che sparivano quando si avvicinava! Quando questi “visitatori” sparivano, portava i suoi ragazzi nel fienile e li picchiava con una frusta di lana come punizione. Gli strani bambini tornavano ancora e ancora, facendo guadagnare ai giovani Eddy innumerevoli botte. Alla fine, sarebbero cresciuti fino a temere e odiare il padre.

I ragazzi impararono presto che non erano in grado di frequentare la scuola. I primi tentativi furono segnati da inspiegabili accadimenti e disturbi, mentre mani invisibili lanciavano libri, facevano levitare i banchi e facevano volare per la stanza oggetti come righelli, calamai e lavagne.

Zepaniah cercò di fare tutto il possibile per fermare i disturbi, anche se questo consisteva principalmente nel picchiare e abusare dei giovani. Ma gli strani eventi continuavano. Quando si rese conto che non poteva fermare le strane buffonate, si infuriò. Ogni volta che i ragazzi cadevano in trance, li rimproverava e li maltrattava verbalmente. Cercava di svegliarli pizzicandoli e schiaffeggiandoli fino a farli diventare neri e blu. Una volta, su consiglio di un amico cristiano comprensivo, bagnò i ragazzi con acqua bollente. Quando questo non funzionò, permise anche a questo amico di far cadere un carbone incandescente nella mano di William. Sperava di “esorcizzare i suoi demoni”. Il ragazzo non si risvegliò mai dalla sua trance, ma portò una cicatrice sul palmo della mano per il resto della sua vita.

A volte, però, gli spiriti tentavano di difendere i ragazzi, apparendo di fronte a Zepaniah e spaventandolo dalla casa. Inutile dire che questi avvenimenti inquietanti e frustranti erano più di quanto l’uomo potesse sopportare. Così, stanco dei ragazzi, ma rendendosi conto del loro potenziale per fare soldi, vendette i fratelli Eddy ad uno showman itinerante, che per i successivi 14 anni, li portò in giro per l’America, il Canada e l’Europa. Come parte dello spettacolo, sfidava gli spettatori a cercare di risvegliare i ragazzi dalla loro trance. Questi spettatori facevano sembrare l’abuso del loro padre come se fosse stato addomesticato. Gli Eddy venivano chiusi in piccole scatole di legno per vedere se potevano scappare e veniva versata cera calda nelle loro bocche per vedere se potevano produrre “voci di spirito” quando non erano in grado di parlare. Gli scettici punzecchiarono, pungolarono e colpirono i fratelli addormentati, lasciandoli sfregiati e danneggiati per il resto della loro vita. In diverse occasioni, furono persino lapidati e colpiti da folle inferocite. William Eddy portava diverse cicatrici di proiettili sul corpo. Secondo lo scrittore John Mason, “Furono presi d’assalto a Lynn, nel Massachusetts, e lapidati a South Danvers. In un secondo viaggio a Danvers furono colpiti. Furono cavalcati su una rotaia fuori da Cleveland e scamparono a malapena a uno strato di catrame e piume”.

Solo dopo la morte del padre i ragazzi poterono tornare a casa. Si trasferirono nella fattoria di famiglia con la sorella, Mary, e aprirono la casa come una modesta locanda chiamata Green Tavern.
Queste cose divennero note solo più tardi. Al suo arrivo, Olcott ebbe solo una prima impressione degli uomini bellicosi e poco amichevoli. Non erano certo i truffatori ingannevoli che si aspettava. Allora, cosa erano?

Il primo giorno alla fattoria, Olcott fu testimone di una seduta spiritica all’aperto. Al chiaro di luna di una calda sera d’estate, un gruppo di dieci partecipanti percorse un sentiero e si addentrò in una profonda gola. Si riunirono di fronte ad una grotta naturale, formata da due grandi pietre che erano crollate l’una sull’altra, formando un grande arco. Olcott apprese in seguito che era chiamata “Grotta di Honto”, in onore dello spirito dei nativi americani che spesso vi appariva. Olcott indagò con sospetto la grotta e ma non si poteva trovare un’uscita sul retro delle rocce. Determinò che non c’era modo che qualcuno potesse entrare o uscire dalla grotta senza essere visto.

Horatio Eddy fece da medium per la seduta spiritica. Si sedette su uno sgabello da campo sotto l’arco e poi fu drappeggiato in un improvvisato “armadio degli spiriti” formato da scialli e rami che erano stati tagliati da piccoli alberelli. Mentre Horatio riposava lì, un uomo gigantesco, vestito da nativo americano, emerse dall’oscurità della grotta.
Mentre il medium si rivolgeva a questo spirito, qualcuno gridò e indicò la cima della grotta. In piedi, stagliato contro la luna, c’era un altro indiano gigantesco. A destra, un’altra femmina spettrale si era materializzata su una sporgenza. In tutto, 10 figure di questo tipo apparvero durante la seduta spiritica. L’ultimo, lo spirito di William White, il defunto editore di un giornale spiritista, emerse dall’interno del gabinetto di Horatio. Era vestito con un abito nero e una camicia bianca e si supponeva che fosse riconoscibile per alcuni che avevano letto il giornale e riconosciuto la sua immagine da esso. Scomparve nello stesso momento degli altri. Pochi istanti dopo, Horatio apparve dall’armadio e segnalò che la seduta spiritica era finita. Dopo che il bizzarro spettacolo era finito, Olcott e Kappes cercarono attentamente nella caverna e nell’area circostante le impronte nella terra morbida. Non trovarono alcuna traccia che qualcuno fosse stato lì.

Olcott trovò la seduta convincente, ma era sicuro che sarebbe stato in grado di individuare più facilmente le frodi nell’ambiente controllato di casa Eddy. Lui e Kappes esaminarono a fondo la grande stanza del “cerchio”, che si trovava al secondo piano della casa colonica. Disegnò mappe, grafici e diagrammi e prese numerose misure, sicuro di trovare falsi pannelli, porte segrete o passaggi nascosti. Tuttavia, non trovò nulla fuori dall’ordinario. Era però determinato a non arrendersi e convinse il giornale ad assumere degli uomini per venire a Chittenden ed esaminare il posto. Usando carpentieri e ingegneri come consulenti, fu condotta un’altra ricerca approfondita. Anche gli esperti non trovarono nulla di strano. Dopo questo, Olcott e Kappes erano finalmente convinti che le pareti e i pavimenti erano solidi come sembravano. Per questo motivo, ciò a cui Olcott assistette durante le notti che seguirono divenne ancora più strano.

Ogni seduta spiritica era fondamentalmente la stessa. Ogni notte della settimana, tranne la domenica, gli ospiti e i visitatori si riunivano su panche di legno nella sala delle sedute spiritiche. Una piattaforma, che era stata montata lì, era illuminata solo da una lampada a cherosene, incassata in un barile. William Eddy, che fungeva da medium principale, montava sulla piattaforma ed entrava in un piccolo armadio. Pochi istanti dopo, voci sommesse cominciarono a sussurrare in lontananza. Spesso si trattava di canti, accompagnati da una musica spettrale. Strumenti musicali prendevano vita e si libravano sopra le teste dei membri del pubblico, mani disincarnate apparivano, agitando e toccando gli spettatori e strane luci e rumori inspiegabili apparivano e riempivano l’aria.

Poi, la prima forma di spirito emerse dalla teca. Venivano uno alla volta o in gruppi, fino a 20 o 30 in una sera. Alcuni erano completamente visibili e sembravano solidi. Altri erano trasparenti ed eterei. Indipendentemente da ciò, impressionavano gli spettatori spaventati. Gli spiriti variavano in dimensioni da più di un metro e ottanta a molto piccoli (vale la pena notare che William Eddy era alto solo un metro e ottanta). La maggior parte delle apparizioni spettrali erano anziani yankee o nativi americani, ma molte altre razze e nazionalità apparvero anche in costume come africani, russi, orientali e altro.

Da dove venivano? Olcott rifletté. Aveva esaminato l’armadio degli spiriti e la piattaforma e non aveva trovato nessuna botola, né passaggi nascosti. In effetti, nel gabinetto non c’era spazio per nessun altro che il medium stesso. Olcott conosceva bene il funzionamento dei maghi da palcoscenico e dei medium fraudolenti, ma non trovò nessuno dei loro trucchi in casa Eddy.

Le apparizioni non solo apparivano, ma si esibivano, cantavano e chiacchieravano con i seduti. Produssero anche articoli spiritici come strumenti musicali, vestiti e sciarpe. In tutto, quasi tutti i tipi di fenomeni soprannaturali sono stati riportati nella fattoria Eddy. Questi includevano rappings, oggetti fisici in movimento, dipinti spiritici, scrittura automatica, profezia, parlare in lingue, guarigioni, voci non viste, levitazione, visioni a distanza, teletrasporto e altro ancora. E, naturalmente, le manifestazioni corporali di cui Olcott osservò più di 400 durante le settimane in cui visitò la casa e concluse che uno spettacolo come quello che aveva visto avrebbe richiesto un’intera compagnia di attori e diversi bauli di costumi.

Eppure, l’ispezione di Olcott dei locali non rivelò alcun posto per nascondere attori o oggetti di scena. L’idea di attori sul palcoscenico fu ulteriormente dissipata dai modi convincenti degli spiriti. Una donna parlava, in russo, al presunto spirito del marito defunto. Si sentiva anche un certo numero di altri dialetti. Com’era possibile, quando gli Eddy sapevano a malapena leggere e scrivere, ed erano a malapena in grado di parlare un inglese coerente?

Inoltre, uno spettacolo così elaborato sarebbe costato una fortuna per produrre ogni sera. Avrebbero dovuto pagare attori, investire in costumi e assumere qualcuno per creare le “meraviglie” degli spiriti. Questo sarebbe stato impossibile dato che i fratelli erano quasi senza soldi. La maggior parte dei visitatori che venivano alla fattoria non pagavano e gli altri davano solo 8 dollari a settimana per vitto e alloggio alla locanda. Per le sedute spiritiche non fu mai addebitato alcun biglietto d’ingresso. Nella mente di Olcott, la frode sarebbe stata fisicamente e finanziariamente impossibile! Il soggiorno di dieci settimane dell’investigatore nella fattoria Eddy fu sicuramente una prova di resistenza. Se ne andò disprezzando la casa, il cibo, il tempo e i fratelli Eddy. Tuttavia, era anche convinto del fatto che i due uomini potessero entrare in contatto con i morti.

Non solo il colonnello Olcott riportò la sua visita sul giornale, ma scrisse anche un enorme libro intitolato People from Other Worlds. Il libro, di oltre 500 pagine, è pieno di disegni precisi delle apparizioni, dei terreni, della casa e persino di piani dettagliati della sua costruzione, dimostrando che non esistevano passaggi nascosti.

Disegni fatti da Olcott di sezioni trasversali del gabinetto degli spiriti. Secondo il suo resoconto, non fu in grado di trovare alcuna frode per spiegare le bizzarre manifestazioni
Registrò anche più di 400 diversi esseri soprannaturali e raccolse centinaia di affidavit e decine di testimonianze oculari di eventi sorprendenti. Ha anche riprodotto dozzine di dichiarazioni di rispettati commercianti e falegnami che avevano esaminato la casa alla ricerca di trucchi. Un lettore moderno dovrebbe cercare molto bene per scoprire qualcosa su cui Olcott non abbia indagato.

Alla fine, i fratelli Eddy e la sorella Mary presero strade diverse. I loro battibecchi e le loro faide li avevano allontanati. Horatio si trasferì e prese una casa dall’altra parte della strada, dove si dedicò al giardinaggio leggero, a sedute spiritiche occasionali e a fare trucchi di magia per i bambini del posto. Mary si trasferì nel vicino villaggio di East Pittsford, dove divenne una medium professionista a tempo pieno. William abbandonò del tutto la vita pubblica e divenne un amaro recluso nella fattoria di famiglia.

Il primo degli Eddy a morire fu Horatio l’8 settembre 1922. William visse per altri 10 anni. Non si sposò mai e si rifiutò di partecipare ancora allo spiritismo. Morì il 25 ottobre 1932 all’età di 99 anni. Se uno dei due uomini aveva dei segreti sugli strani eventi a casa loro… si portarono i segreti con loro nella tomba.

Quindi, cosa è successo veramente nella fattoria Eddy a Chittenden, Vermont?

A leggere questa storia oggi, siamo prima inclini a liquidare gli eventi come racconti fantasiosi di un altro tempo, ma possiamo davvero farlo? Le credenziali del colonnello Olcott ci impediscono di liquidare la storia a priori. La sua vasta documentazione, insieme alle sue capacità investigative, suggerisce che gli eventi non erano parte di una bufala. Olcott rimase scettico e analitico per tutto il suo soggiorno di dieci settimane alla fattoria, e tuttavia se ne andò convinto che gli Eddy avevano il potere di contattare e comunicare con i morti.

Il colonnello Olcott andò via da Chittenden da credente.

Quindi, qualunque cosa si scelga di credere, non si può negare che qualcosa di sorprendente e misterioso sia accaduto a Chittenden nel 1874, anche se non sapremo mai con certezza cosa sia stato.

_______________________________________________________________________________________________________

Su Wikipedia troviamo :

Fratelli Eddy
Da Wikipedia, l’enciclopedia libera

I fratelli Eddy erano William e Horatio Eddy, due medium americani più noti negli anni 1870, che rivendicavano poteri psichici.

Mentre i nomi dei due fratelli divennero iconici, essi avevano altri fratelli, comprese le sorelle, che mostravano anch’essi capacità psichiche ed eseguivano spettacoli con loro.

Uno schizzo che rivela il trucco da seduta spiritica che Horatio (a sinistra) avrebbe usato.
I fratelli erano figli di Zephaniah Eddy e di sua moglie Julia Maccombs, nativi del Vermont. Si sosteneva che la loro famiglia poteva essere fatta risalire ai processi alle streghe di Salem, e che avevano una lunga storia di abilità psichiche. Cresciuti in una piccola fattoria vicino a Chittenden, Vermont, entrambi i fratelli hanno affermato di aver esibito forti capacità psichiche fin dalla tenera età. Entrambi i figli si dedicarono alla medianità e tennero sedute spiritiche, affermarono di effettuare materializzazioni di ectoplasmi e di comunicare con gli spiriti guida. William lavorava occasionalmente in un gabinetto di sedute spiritiche e suo fratello Orazio si sedeva all’esterno di uno schermo di stoffa dove sostenevano che gli spiriti suonassero strumenti musicali dietro lo schermo.[1]

Nel 1870, William e Horatio vivevano con la madre vedova Julia a Chittenden. Lì, la famiglia Eddy aprì una piccola locanda, chiamata Green Tavern. Oltre ad ospitare i viaggiatori, la Green Tavern era anche il luogo delle sedute spiritiche che i fratelli organizzavano regolarmente per i visitatori di tutto il mondo.[2]

Una tipica seduta spiritica dei fratelli Eddy prevedeva che il pubblico si riunisse nella stanza del “cerchio” della taverna. Uno dei fratelli entrava in una speciale scatola degli spiriti nella parte anteriore della stanza (essenzialmente solo una piccola stanza con una sedia) e cadeva in una profonda trance, a quel punto lo spettacolo iniziava. Si diceva che gli strumenti iniziassero a suonare musica da soli, si potevano sentire vari rumori e si vedevano strane luci.

Trucchi
Il trucco della seduta spiritica dei fratelli Eddy fu esposto dal mago Chung Ling Soo. Il trucco coinvolgeva una tenda che veniva messa attraverso la stanza, con strumenti musicali posti su un tavolo all’interno dello spazio della tenda. Due membri del pubblico venivano selezionati ed entravano nella tenda. Horatio avrebbe afferrato il braccio sinistro del pubblico seduto e l’altro seduto avrebbe afferrato il suo braccio destro. Per il pubblico fuori dalla tenda, vari strumenti musicali sarebbero visti fluttuare nell’aria sopra la parte superiore della tenda e colpire il trio sulla testa. Una mano passerebbe anche attraverso la tenda e scriverebbe un messaggio su una lavagna tenuta da William che era seduto fuori dalla tenda.[3] Il trucco è stato eseguito da Orazio eludendo il controllo e rilasciando la sua mano. Avrebbe fatto questo con vari metodi come l’utilizzo di una mano finta fatta da un pezzo di piombo pesante, foglio che avrebbe messo nella sua mano sinistra per afferrare il braccio del pubblico seduto. Orazio rimuoveva silenziosamente la sua vera mano con la mano di piombo che rimaneva indietro, dando il senso del tatto che una mano reale era lì. Con le mani libere Horatio manipolava gli strumenti ed eseguiva i presunti fenomeni soprannaturali.[3]

Anche il ricercatore psichico Hereward Carrington rivelò i giochi di prestigio che i fratelli Eddy avevano usato. Carrington descrisse i loro trucchi come “assurdamente semplici” e fu sorpreso che la gente fosse stata ingannata da essi.[4]

Riferimenti (poi metto i link, ora la traduzione)

Raymond Buckland. (2005). Il libro degli spiriti: L’enciclopedia della chiaroveggenza, Channeling, e la comunicazione dello spirito. Visible Ink Press. pp. 120-121. ISBN 978-1-57859-213-5.
Judith Joyce. (2010). Weiser Field Guide al paranormale. Weiser Books. p. 72. ISBN 978-1-57863-488-0.
Chung Ling Soo. (1898). Spirito ardesia scrittura e fenomeni affini. Munn & Company. pp. 101-104.
Hereward Carrington. (1907). I fenomeni fisici dello spiritismo. Herbert B. Turner & Co. pp. 193-195.

Link esterni
I fratelli Eddy.
L’uomo locale racconta la leggenda della famiglia Eddy.
Vermont Edition’s Halloween Spooktacular.
La storia dei fratelli Eddy e delle loro illusioni.
Vermont Historical Society: Il gabinetto del diavolo: La famiglia Eddy dei medium dello spirito.
Il gabinetto del diavolo: Storia della famiglia Eddy dei medium dello spirito.
Articolo virtuale del Vermont.
Carrington, Hereward (marzo 1919). “Togliere gli spiriti dallo spiritismo: come i medium producono alcune delle loro numerose ‘manifestazioni'”. Popular Science. Vol. 94 n. 3. New York. p. 35. ISSN 0161-7370.

References

  1. ^ Raymond Buckland. (2005). The Spirit Book: The Encyclopedia of Clairvoyance, Channeling, and Spirit Communication. Visible Ink Press. pp. 120–121. ISBN 978-1-57859-213-5.
  2. ^ Judith Joyce. (2010). Weiser Field Guide to the Paranormal. Weiser Books. p. 72. ISBN 978-1-57863-488-0.
  3. Jump up to:a b Chung Ling Soo. (1898). Spirit Slate Writing and Kindred Phenomena. Munn & Company. pp. 101–104.
  4. ^ Hereward Carrington. (1907). The Physical Phenomena of Spiritualism. Herbert B. Turner & Co. pp. 193–195.

External links

 

Un’altro articolo :

Durante il 1800, i fratelli William e Horatio Eddy erano famosi medium che, sebbene apparentemente in trance, presumibilmente potevano evocare gli spiriti. Si diceva che discendessero da una donna che, nel 1692, fu bruciata come strega a Salem, nel Massachusetts.

Quando hanno mostrato doni psichici da bambini piccoli, il padre li ha picchiati nel tentativo di farli smettere. Quando questo fallì, li mandò a lavorare in uno spettacolo secondario per un circo itinerante, durante il quale i membri del pubblico avrebbero tentato di svegliarli dalle loro

Ciò ha comportato che venissero regolarmente picchiati e maltrattati e, combinati con le loro precedenti torture per mano del padre, i loro corpi portavano numerose cicatrici e segni di bruciature.

Uno schizzo illustrato degli Eddy Brothers

I fratelli erano figli di Zephaniah Eddy e sua moglie Julia Maccombs, nativi del Vermont. Crescendo in una piccola fattoria vicino a Chittenden, nel Vermont, si dice che entrambi i fratelli abbiano mostrato forti capacità psichiche sin dalla tenera età.

Quando cadevano in trance, intorno a loro accadeva ogni sorta di eventi soprannaturali. Da adulti i fratelli Eddy, insieme alla sorella Mary, gestivano una locanda nel Vermont, la Green Tavern, dove tenevano sedute spiritiche regolari gratuitamente.

Nel 1874 il quotidiano New York Daily Graphic assunse l’avvocato Henry Steel Olcott per determinare se gli Eddy fossero dei truffatori. A quel tempo, l’uno o l’altro dei fratelli conduceva la seduta spiritica da una scatola (di solito a scelta di William) o da dietro un paravento (a preferenza di Horatio).

In entrambi i casi, numerosi spiriti sarebbero emersi, completamente materializzati, dopo che il medium era caduto in trance.

Questi spiriti parlavano con voci e lingue straniere che nessuno dei due fratelli di Eddy possedeva, ea volte cantavano in accompagnamento a strana musica che sembrava provenire da dentro la scatola o da dietro lo schermo. Riguardo a quest’ultimo, tuttavia, Orazio era in bella vista e non suonava nessuno strumento.

Fattoria dei fratelli EddyFattoria dei fratelli Eddy

Olcott ha trascorso dieci settimane a studiare gli Eddy e le loro sedute spiritiche, durante le quali ha persino misurato l’altezza e il peso degli spiriti. Secondo i suoi registri, le apparizioni più comuni che emergevano dalla scatola o dallo schermo erano due nativi americani, un uomo di nome Santum e una donna di nome Honto, ma erano rappresentate anche altre razze.

In tutto, Olcott ha registrato più di quattrocento apparizioni. Tuttavia, rimase sospettoso dei talenti degli Eddy, così pagò diversi uomini per ispezionare la scatola e la Taverna Verde per i luoghi in cui gli esseri umani che si atteggiano agli spiriti o alle loro voci potessero nascondersi prima dell’inizio della seduta spiritica.

Siccome non ha trovato prove di inganno, ha dichiarato che i talenti dei fratelli Eddy erano autentici. Successivamente scrisse delle sue esperienze in una serie di quindici articoli, successivamente pubblicati come People from the Other World. Gli scettici, tuttavia, hanno continuato a liquidare gli Eddy come frodi.

Olcott avrebbe poi scoperto che i fratelli discendevano da una lunga stirpe di sensitivi. Mary Bradbury, una lontana parente, era stata condannata per stregoneria a Salem nel 1692. Era scappata dal villaggio con l’aiuto di amici.

La loro stessa nonna era stata benedetta con il dono della “seconda vista” e spesso andava in trance, parlando a entità che nessun altro poteva vedere.

La loro madre, Julia, era nota per aver spaventato i suoi vicini con previsioni e visioni sebbene suo marito, Zepaniah, condannasse i suoi poteri come opera del Diavolo. Julia ha imparato rapidamente a nascondere i suoi doni all’uomo crudele e violento.

Fonte: The Greenhaven Encyclopedia of Paranormal Phenomena di Patricia D. Netzley

https://it.wikipedia.org/wiki/Sorelle_Fox

https://www.magoleo.com/i-fratelli-davenport/

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s