San Francisco’s Haight-Ashbury

Il quartiere Haight-Ashbury di Francisco contiene una quantità impressionante di impeccabili case vittoriane, ma è noto soprattutto per i suoi legami con la rivoluzione della controcultura degli anni Sessanta. Questo periodo della storia americana è più di un’estetica: la sua complessità, la sua dedizione alla giustizia sociale e il suo impatto sulla musica, sulla cultura popolare, sul movimento ambientalista e sulla tecnologia fanno degli anni ’60 una parte fondamentale della nostra identità nazionale.

Il Tesoro Nazionale Corner of Haight and Ashbury rappresenta un’opportunità per collegare il passato e il presente. Il nostro lavoro si concentra sulla creazione di una visione per l’edificio Doolan-Larson, situato all’angolo nord-occidentale del famoso incrocio, in collaborazione con il suo nuovo proprietario, San Francisco Heritage.


Impatto duraturo: l’attivismo degli anni ’60

Il legame storico di San Francisco con l’arte, la libera espressione e la tolleranza sociale ha dato vita al movimento giovanile che culminò nell’Estate dell’Amore del 1967. Tra i leader del movimento c’erano i Diggers, così chiamati da un collettivo socialista dell’Inghilterra del XVII secolo, che praticavano la loro ideologia in parte fornendo cibo gratuito nell’area del Golden Gate Park.

Ispirati dal lavoro dei Diggers, un gruppo di studenti di medicina dell’Università della California di San Francisco aprì la Haight-Ashbury Free Clinic nello stesso isolato del Doolan-Larson Building. Secondo l’UCSF, la clinica “dichiarò l’assistenza sanitaria come un diritto per tutti” e “contribuì a trasformare il modo in cui viene trattata la tossicodipendenza”. Fu un leader nel fornire un servizio di assistenza sanitaria universale, un tema che rimane attuale per milioni di americani. Allo stesso modo, la vicina Huckleberry House ha trasformato il modo in cui vengono forniti i servizi ai giovani senzatetto.

I Grateful Dead davanti a Mnasidika, Haight-Ashbury, San Francisco, California
foto di: Herb Greene Photography
I Grateful Dead davanti a Mnasidika.
Arte, musica e cultura a Haight-Ashbury

Alla fine degli anni Sessanta, il mondo riconosceva San Francisco per la sua scena musicale. Da gruppi rock famosi come i Jefferson Airplane, i Grateful Dead e i Big Brother and the Holding Company a gruppi underground come i Charlatans, la musica era una delle forme di espressione artistica più importanti di Haight. Il sound di San Francisco combinava folk, rhythm and blues e jazz, infondendovi l’ottimismo della West Coast. I gruppi e i loro leggendari promotori divennero pionieri delle performance dal vivo e crearono una tecnologia innovativa che ha trasformato il modo in cui oggi viviamo la musica dal vivo.

Advertisement

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s